Italian Utilities e InfoCert: da oggi la bolletta diventa elettronica

I primi progetti pilota presentati il 2 luglio, a Roma,
in un workshop completamente dedicato alla Posta Elettronica Certificata,
alla gestione documentale e alla dematerializzazione nei Servizi Pubblici Locali

Roma, 26 giugno 2009 – InfoCert S.p.a., primo Ente Certificatore in Italia con oltre 3 milioni di certificati di firma digitale, 100.000 caselle attive di Posta Elettronica Certificata e oltre 200 milioni di documenti di cui è Responsabile della Conservazione a norma di legge, ha siglato un accordo quadro di collaborazione con Italian Utilities Scrl (già Confservizi International), dal 1995 struttura consortile per l’internazionalizzazione delle Local Utilities con lo scopo di promuovere, organizzare e assistere le attività delle aziende che operano nell’ambito dei servizi locali.

La partnership tra Italian Utilities e InfoCert favorirà la condivisione della conoscenza sui bisogni del mercato di riferimento, in particolare per quanto riguarda la gestione documentale, la dematerializzazione e la conservazione a norma dei documenti, per offrire servizi e soluzioni rispondenti alle specifiche necessità delle realtà interessate. Le due società, coadiuvate da Archeometra, azienda veneta specializzata nelle soluzioni IT per la Pubblica Amministrazione, metteranno quindi a fattor comune le specifiche competenze, sia in campo tecnologico, sia in termini di applicazioni e servizi.


“Siamo molto soddisfatti di aver siglato questa partnership con InfoCert – spiega Giacomo Luciani, Presidente di Italian Utilities – la collaborazione consentirà infatti alle realtà che fanno parte del nostro network di beneficiare dell’esperienza della realtà leader nel settore della gestione documentale e della conservazione sostitutiva e, quindi, di soluzioni tecnologicamente all’avanguardia e progetti studiati ad hoc, oltre delle economie di scala garantite dagli stessi termini dell’accordo”.

Quello dei servizi di gestione documentale e della conservazione a norma è oggi un mercato in rapida espansione: sono infatti numerosi e subito tangibili i benefici che tali soluzioni portano in termini di razionalizzazione e riduzione dei costi di gestione, sia nella pubblica amministrazione, sia nelle imprese private. In particolare, è molto forte la domanda della bolletta elettronica, finalizzata alla semplificazione e alla trasparenza dei procedimenti amministrativi.

“Grazie a Italian Utilities siamo oggi in grado di raggiungere più capillarmente il mercato dei Servizi Pubblici Locali – dichiara Giovanni Nasi, Amministratore Delegato di InfoCert – Si tratta di un settore in cui l’aggregazione e la condivisione di esperienze, risorse strumentali e competenze professionali risultano particolarmente strategiche nel processo di generale modernizzazione. Siamo certi pertanto che la qualità delle nostre soluzioni porterà valore anche al servizio finale offerto al cittadino”.

Per presentare i primi casi pilota che vedono protagoniste aziende di servizi pubblici locali in varie città italiane, Italian Utilities e InfoCert organizzano il prossimo 2 luglio a Roma, presso il Palazzo Cispel un workshop sul tema della Posta Elettronica Certificata, gestione documentale e dematerializzazione nei Servizi Pubblici Locali, con l’intervento di rappresentanti del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, di CNIPA e di vari esperti del settore.

Introdurrà i lavori Raffaele Morese, Presidente Confservizi, alla quale sono associate Federutility, Federambiente, Federcasa, Federculture, Asstra, FIASO ed Assofarm, che riuniscono complessivamente oltre 1700 imprese del settore.
In tale occasione sarà illustrato l’accordo siglato per supportare le aziende associate ad Italian Utilities ai fini della PEC, della firma digitale, della digitalizzazione e della conservazione sostitutiva.

InfoCert
InfoCert S.p.a. è il primo Ente Certificatore in Italia, con oltre 3 milioni di certificati di firma digitale, 100.000 caselle attive di Posta Elettronica Certificata e oltre 200 milioni di documenti di cui è Responsabile della Conservazione a norma di legge. InfoCert ha capitale sociale di oltre 23 milioni di euro, fatturato di 30 milioni di euro (2008) e 180 dipendenti nelle sedi di Roma, Milano e Padova.
InfoCert progetta, sviluppa ed eroga servizi informatici per imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert offre soluzioni per la dematerializzazione dei documenti e l’ottimizzazione dei processi aziendali, grazie alle sue innovative famiglie di prodotti LegalCycle, LegalDoc, LegalCert, Legalmail e LegalHR.