InfoCert joins Sovrin Network, the first distributed digital identity system based on blockchain technology

Tecnoinvestimenti Group invests in the blockchain technology through one of its companies

Rome, 22 September 2017 – InfoCert, the largest Certification Authority in Europe and part of the Tecnoinvestimenti Group, announces its participation in the project of the Sovrin Foundation, a nonprofit organization based in the USA, for the launch of the Sovrin Network, the world’s first distributed and decentralized digital identity management System (self-sovereign digital identity). InfoCert is one of the founding members of the Foundation, as well as the first Certification Authority to join the project.

The Sovrin Network is based on blockchain technology also called “distributed ledger”. Innovative and disruptive, this system aims to allow individuals and organizations to create digital identities which can be managed in absolute control and regardless of governmental bodies, institutions or organizations.

The participation in the network is part of the R&D initiatives of InfoCert, which devotes in this area significant investments, on average about 6% of annual sales.

Instead of being based on a single system with a central administrator, distributed ledger is managed in a cooperative mode by a global pool of participants and identity records are stored redundantly at different nodes. The result is a reliable and shared source of truth, resilient to hacking and service issues.

The network is offered as a free public resource and any entity can develop fast, protected, and secure identity applications upon it. The Sovrin Network is active and is managed on validator nodes hosted by the “stewards” which are appointed by the Sovrin Foundation, as is the case with InfoCert. The stewards must agree the Sovrin Provisional Trust Framework and have the task of assigning the digital identity to the participants.

In addition, stewards are appointed by the Sovrin Foundation to ensure the reliability and trust of the network: unlike other distributed networks based on blockchain technology, Sovrin network is a “permissioned network”.

Digital trust and innovation are our core business, which is why we are part of this initiative” says Carmine Auletta, Chief Innovation Officer of InfoCert, company that manages every year over 300 million of digital transactions in Trust Services. “Today Certification Authorities like InfoCert are playing a key role in managing digital identities. Blockchain in the future could empower people but also companies or even objects to effectively manage, control and rule their own identities. We look forward to testing such promising technologies and finding ways to bring real value to our customers”.

 The Sovrin Network’s business model is linked to the process of managing identities and on the transactions managed on the node.

To date, there has been a trial version of the platform released in September 2016, with the establishment of the Sovrin Foundation. With the current release of the entire network, digital identities can be included in the “ledger” of Sovrin and the developers can start implementing solutions based on the use of distributed identity.

 “The promise of a global system of public identity that gives anyone control over its digital identity and the absolute confidence in the identity of counterparties is now finally becoming reality ” says Phillip j. Windley, President of Sovrin Foundation. “Since the advent of the internet, there has been a strong sense of lack of a “self-sovereign” identity. Thanks to the development of distributed ledger/blockchain technology and the performance and privacy features implemented by Sovrin, it is now possible to overcome this incredible gap due to the architectural design of the internet.

Windley believes that the killer application of Sovrin Network will be the online exchange of identity declarations as well as claims by third parties, which will work just like physical credentials in the physical world. These statements allow remote identification of personal identities which remain under the control of the registrant, but are valid and safe at least as the physical display of traditional identity documents.


InfoCert SpA

Infocert, Tecnoinvestimenti Group, is a leader of the Italian market of digitization and dematerialization services as well as a leading Certification Authority at European level for the services of certified mail, digital signature and digital preservation of documents. Infocert is digital identity Manager credited AgID of citizens and businesses within SPID (public system for Digital identity management). Infocert is expanding its operations internationally and in 2016 it sold its digital transformation services in more than ten foreign countries.

Infocert invests significantly in quality and research and development. The company holds a significant number of patents while ISO 9001 quality certifications, 27001 and 20000 demonstrate the commitment at the highest levels in the provision of services and security management. Information security management system InfoCert is certified ISO/IEC 27001:2013 for EA activities: 33-35. Infocert is a Provider of Digital Trust services fully comply with the requirements introduced by regulation and IDAs (EU regulation 910/2014). In particular, the company has been certified by Qualified Trust Service providers, confirming that your service delivery processes are compliant with the standards ETSI EN 319 401. In 2017 InfoCert resulted in 80% its share of shares in Sixtema, the world’s technological partner CNA, which provides technology solutions and consulting services to SMEs, associations, financial intermediaries, professionals and organizations.

Gruppo Tecnoinvestimenti

Infocert also acts as European Certification Authority and is an Identity provider accredited by the Italian Government.  The Business Unit Credit Information and Management, in which companies and their subsidiaries, Ribes, Assicom offers services to support decision making as certified information, aggregated reporting, synthetic rating, decision models, with particular reference to the scope of delivery and recovery of the claim. ReValuta offers real estate services, including assessments and evaluations. The Business Unit Sales and Marketing Solutions, through the company Co. Mark, offers solutions and tools to organize the business activities of small and medium-sized companies toward geographical expansion, even across borders. The Tecnoinvestimenti Group has a turnover of €147.3 million and an EBITDA of 2016 €29.7 million and net income of €12.1 million. Net profit adjusted for non-recurring items and amortisation recognised for business combinations is equal to €15.9 million.  It is listed on the stock exchange in the STAR segment of the Milan Stock Exchange.

Sovrin Foundation

The Sovrin Foundation, non-profit international organization, is governed by a Trust Framework of constitutional type that ensures its independence from the influence of Governments and industries and confirms its commitment to providing a digital identity self-sovereign in everyone. The network Sovrin is administered by independent managers, called stewards, and uses the power of a technology “distributed ledger” hybrid which fast and secure framework, to provide each person, organization and connected device an identity permanent with which to carry out online transactions and operate safely in everyday life.

Click here to learn more about the Trust Framework that underlies the network Sovrin.

 For more information:

Tecnoinvestimenti
Corporate & Financial Communications

Lawrence Y. Kay

E-mail: lawrence.kay@tecnoinvestimenti.it

Carla Piro Mander

Tel. +39 06 42 01 26 31

E-mail: carla.piro@tecnoinvestimenti.it

Media Advisor

Barabino & Partners S.p.A.

Foro Buonaparte, 22 – 20121 Milano

Tel.: +39 02 7202 3535

Stefania Bassi: +39 335 6282 667

s.bassi@barabino.it

 

Specialist

Intermonte SIM S.p.A.

Corso V. Emanuele II, 9 – 20122 Milano

Tel.: +39 02 771151

InfoCert
Press Office  InfoCert

BMP Communication for per InfoCert

Email: team.infocert@bmpcomunicazione.it

Pietro Barrile +393207008732 – Michela Mantegazza +393281225838 – Francesco Petrella +393452731667

Media Room InfoCert: http://mediaroom.infocert.it/

www.infocert.it

Sovrin Foundation
Judd Bageley

Sr. Director of Communications

Email: judd.bagley@sovrin.org

Tel: +1  385 237 0162

 

InfoCert partecipa alla Sovrin Network, il primo sistema distribuito per l’identità digitale basata su tecnologia blockchain

La società del Gruppo Tecnoinvestimenti investe sullo sviluppo della tecnologia blockchain

Roma, 22 settembre 2017 – InfoCert, la più grande Certification Authority in Europa, parte del Gruppo Tecnoinvestimenti, annuncia la sua partecipazione al progetto della Sovrin Foundation, un’organizzazione non profit con sede negli USA, per il lancio del Sovrin Network, il primo sistema al mondo per la gestione di identità digitali distribuite e decentralizzate (self-sovereign digital identity). InfoCert è uno dei membri costituenti della Fondazione, nonché la prima Certification Authority a partecipare al progetto.

La Sovrin Network è basata su tecnologia blockchain anche denominata “distributed ledger”. Soluzione innovativa e dirompente, consente a persone e organizzazioni la creazione di identità digitali da gestire in completo controllo e in maniera indipendente da singoli enti o organizzazioni governative.

La partecipazione al network rientra nel portafoglio delle iniziative di Ricerca e Sviluppo di InfoCert, che dedica in quest’ambito investimenti significativi, in media pari a circa il 6% del fatturato annuo.

I registri distribuiti (ledger) anziché essere basati su un singolo sistema con un amministratore centrale, sono gestiti in modalità cooperativa da un pool globale di partecipanti. E i record di identità risiedono in modo ridondante in nodi differenti. Il risultato è una fonte di verità affidabile e pubblica, resiliente all’hacking e ai problemi di servizio.

La rete utilizza un registro pubblico governato dalla Sovrin Foundation ed è offerta come una risorsa pubblica e gratuita su cui chiunque può sviluppare applicazioni di identità sicure, protette e veloci. La Sovrin Network è attiva e viene gestita su nodi di validazione ospitati dagli “steward” nominati dalla Sovrin Foundation, tra cui appunto InfoCert. Gli steward debbono aderire al Sovrin Provisional Trust Framework e hanno il compito di attribuire l’identità digitale ai partecipanti.

Inoltre, gli steward sono nominati dalla Sovrin Foundation con l’obiettivo di garantire l’affidabilità e il “trust” della rete: a differenza di altre reti distribuite basate su tecnologia blockchain, la rete Sovrin è una rete di tipo “permissioned”.

“Il Digital Trust e l’innovazione sono il nostro core business, per questo partecipiamo con entusiasmo a questo progetto” dichiara Carmine Auletta, Chief Innovation Officer di InfoCert, realtà che gestisce ogni anno oltre 300 milioni di transazioni digitali in ambito servizi di Trust.  “Oggi, le Certification Authority quali InfoCert giocano un ruolo chiave nella gestione delle identità digitali. In futuro la tecnologia blockchain potrebbe mettere gli individui, ma anche le aziende o persino gli ‘oggetti’, nelle condizioni di gestire, controllare e governare in autonomia la propria identità. Siamo entusiasti di poter testare questa promettente tecnologia per valutarne il reale potenziale e gli ambiti di utilizzo al fine di offrire il massimo valore ai nostri clienti “.

Il modello di business della Sovrin Network è collegato al processo di gestione delle identità e delle transazioni gestite sul nodo.

Fino ad oggi esisteva una versione di prova della piattaforma rilasciata nel settembre 2016, con la nascita della Sovrin Foundation. Con l’attuale rilascio dell’intero network, le identità digitali potranno essere inserite nel “libro mastro” di Sovrin e gli sviluppatori potranno iniziare a realizzare soluzioni applicative basate sull’uso di identità distribuite.

“È finalmente una realtà la promessa di un sistema globale di identità pubblica che dà a chiunque il controllo sulla propria identità digitale e la fiducia assoluta nelle identità delle controparti” afferma Phillip J. Windley, Presidente della Sovrin Foundation. “Sin dall’avvento di internet si è fortemente sentita la mancanza di un’identità “self-sovereign”. Grazie allo sviluppo della tecnologia distributed ledger/blockchain e alle caratteristiche prestazionali e di privacy implementate da Sovrin, ora è possibile superare questa incredibile lacuna dovuta alle fondamenta architetturali della rete internet”.

Windley ritiene che la killer application della Sovrin Network sarà lo scambio online di asserzioni di identità e attestazioni di terze parti, funzionanti proprio come le credenziali fisiche nel mondo fisico. Queste dichiarazioni consentono di fornire in modalità remota informazioni identificative personali che rimangono sotto il controllo del dichiarante, ma sono valide e sicure almeno quanto l’esibizione fisica dei documenti d’identità.


InfoCert SpA

InfoCert, Gruppo Tecnoinvestimenti, è leader del mercato italiano dei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e per la conservazione digitale dei documenti. InfoCert è gestore accreditato AgID dell’identità digitale di cittadini e imprese nell’ambito di SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale). InfoCert sta espandendo le sue attività internazionalmente e nel 2016 ha venduto i suoi servizi di trasformazione digitale in oltre dieci stati esteri.

InfoCert investe in modo significativo nella qualità e nella ricerca e sviluppo. La Società detiene un significativo numero di brevetti mentre le certificazioni di qualità ISO 9001, 27001 e 20000 testimoniano l’impegno ai massimi livelli nell’erogazione dei servizi e nella gestione della sicurezza. Inoltre il Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni InfoCert è certificato ISO/IEC 27001:2013 per le attività EA:33-35. InfoCert è un Provider di servizi di Digital Trust pienamente conformi ai requisiti introdotti dal Regolamento eIDAS (regolamento UE 910/2014). In particolare, la società ha ricevuto la certificazione di Qualified Trust Service Provider, a conferma che i processi di erogazione del servizio sono conformi con gli standard ETSI EN 319 401. Nel 2017 InfoCert ha portato all’80% la sua quota di azioni in Sixtema, il partner tecnologico del mondo CNA, che fornisce soluzioni tecnologiche e servizi di consulenza a PMI, associazioni di categoria, intermediari finanziari, studi professionali ed enti.

Gruppo Tecnoinvestimenti

Il Gruppo è tra gli operatori leader in Italia nelle tre aree di business: Digital Trust, Credit Information & Management e Sales & Marketing Solutions. La Business Unit Digital Trust eroga, attraverso le società InfoCert, Sixtema e Visura, prodotti e servizi per la digitalizzazione documentale, la fatturazione elettronica, la posta elettronica certificata (PEC) e la firma digitale. InfoCert agisce inoltre come European Certification Authority ed è un Identity provider accreditato dal Governo italiano.  La Business Unit Credit Information & Management, in cui operano le società Ribes, Assicom e le loro controllate, offre servizi a supporto dei processi decisionali come informazioni camerali, report aggregati, rating sintetici, modelli decisionali, con particolare riferimento all’ambito dell’erogazione e recupero del credito. ReValuta offre servizi immobiliari, incluso perizie e valutazioni. La Business Unit Sales & Marketing Solutions, attraverso la società Co.Mark, offre soluzioni e strumenti per organizzare l’attività commerciale delle piccole e medie aziende verso l’espansione geografica, anche oltre confine. Il Gruppo Tecnoinvestimenti ha un fatturato per il 2016 pari a €147,3 milioni e un’EBITDA di €29,7 milioni e un risultato netto pari a €12,1 milioni. Il risultato netto rettificato per componenti non ricorrenti e l’ammortamento contabilizzato per le aggregazioni aziendali è pari a €15,9 milioni.  E’ quotato sul Mercato Telematico al segmento STAR della Borsa di Milano.

Sovrin Foundation

La Sovrin Foundation, realtà internazionale non-profit, è regolamentata da un Trust Framework di tipo costituzionale che assicura la sua indipendenza dall’influenza di governi e industrie e sancisce il suo impegno a fornire un’identità digitale self-sovereign a tutti. Il network Sovrin è amministrato da gestori indipendenti, denominati steward, e utilizza la potenza di una tecnologia “distributed ledger” ibrida quale framework veloce, protetto e sicuro per fornire a ogni persona, organizzazione e dispositivo connesso un’identità permanente con cui effettuare transazioni online e operare in sicurezza nella vita quotidiana. Clicca qui per saperne di più sul Trust Framework che sta alla base della rete Sovrin.

Per maggiori informazioni:

Tecnoinvestimenti
Corporate & Financial Communications

Lawrence Y. Kay

E-mail: lawrence.kay@tecnoinvestimenti.it

Carla Piro Mander

Tel. +39 06 42 01 26 31

E-mail: carla.piro@tecnoinvestimenti.it

Media Advisor

Barabino & Partners S.p.A.

Foro Buonaparte, 22 – 20121 Milano

Tel.: +39 02 7202 3535

Stefania Bassi: +39 335 6282 667

s.bassi@barabino.it

 

Specialist

Intermonte SIM S.p.A.

Corso V. Emanuele II, 9 – 20122 Milano

Tel.: +39 02 771151

InfoCert
Ufficio Stampa InfoCert

BMP Comunicazione per InfoCert

Email: team.infocert@bmpcomunicazione.it

Pietro Barrile +393207008732 – Michela Mantegazza +393281225838 – Francesco Petrella +393452731667

Media Room InfoCert: http://mediaroom.infocert.it/

www.infocert.it

Sovrin Foundation
Judd Bageley

Sr. Director of Communications

Email : judd.bagley@sovrin.org

Tel: +1  385 237 0162

 

“Mettiamo le ruote” al Soccorso Alpino di Amatrice

Consegnato oggi al Parco Minozzi il nuovo pick-up alla squadra del Soccorso Alpino di Amatrice. Il progetto, sviluppato da Manageritalia Roma con il Comune di Amatrice, ha permesso di donare un Fiat Fullback grazie al contributo degli associati di Manageritalia Roma, InfoCert e Conapi e alla partecipazione di Cargeas e Romana Diesel.

Amatrice, giovedì 21 settembre 2017. Hanno avuto un ruolo determinante per salvare vite umane nel dopo terremoto e sono ancora tra gli attori principali della ricostruzione per mettere in sicurezza e ridare speranza e vita al territorio. Sono gli uomini del Soccorso Alpino, tutti, ma soprattutto quelli della squadra di Amatrice, che sino ad oggi era sprovvista di un mezzo proprio. Ecco perché la donazione del nuovo pick-up ha un significato particolare: rafforzare la capacità di intervento di questi valorosi uomini e la tranquillità di abitanti e turisti.

Tutto nasce da Manageritalia Roma che ha sviluppato il progetto con un team di suoi manager e di concerto con il Comune di Amatrice, soprattutto il sindaco Sergio Pirozzi e il Consigliere Luca Poli. Identificato l’obiettivo, si trattava di trovare i contributi monetari e tecnici per raggiungerlo. Un’opera di relazione e sinergia che ha trovato subito il partner principale in InfoCert e poi il contributo di Conapi, Cargeas e Romana Diesel, oltre alle donazioni di tanti associati di Manageritalia Roma in occasione dello scorso Natale.

Questi i protagonisti dell’impresa e della cerimonia di consegna svoltasi stamattina al Parco Minozzi, presenti anche tanti cittadini e curiosi. Il nuovo e fiammante pick up Fiat Fullback, allestito nei colori del Soccorso Alpino, è ora pronto a supportare l’azione di questi valorosi uomini.

“Non possiamo che ringraziare – ha detto Corrado Pesci, presidente del Soccorso Alpino del Lazio –  tutte le associazioni e i soggetti che con generosità hanno partecipato a questa importante donazione: un bel riconoscimento del lavoro svolto quotidianamente dal Soccorso Alpino. Il nuovo pick-up che da oggi sarà a disposizione della squadra locale di Amatrice della stazione di Rieti è uno strumento fondamentale per il soccorso in questo territorio, caratterizzato da un ambiente di montagna spesso impervio e inaccessibile ai normali mezzi di soccorso. Donando al Soccorso Alpino non si dona solo a noi, ma si dona alle persone di questi territori, perché noi siamo a disposizione di coloro che hanno bisogno”.

“Credo – ha detto Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice –  che l’iniziativa di Manageritalia, sostenuta da InfoCert, Conapi, Cargeas e Romana Diesel, di supportare il Soccorso Alpino di Amatrice con la donazione di un pick-up meriti il ringraziamento di tutti noi. Il territorio amatriciano è complesso, questo mezzo, perfettamente idoneo al soccorso in montagna, è un dono prezioso”.

Manageritalia Roma –  ha detto il presidente Roberto Saliola – ha messo in campo la duplice solidarietà dei suoi associati. Abbiamo donato non solo i soldi raccolti tra tutti gli iscritti a Natale, ma anche il tempo e le competenze del team che ha sviluppato questo progetto. Il pick up è per noi un punto di partenza, perché, come stiamo già facendo in altre zone colpite, siamo pronti a dare progettualità e capacità di far accadere le cose per ridare vita economica e sociale al territorio”

“Siamo orgogliosi – ha commentato Danilo Cattaneo, amministratore delegato di InfoCert – di aver contribuito a questa iniziativa di solidarietà che vuole anche testimoniare la necessità di non dimenticare le popolazioni colpite così drammaticamente dal sisma dello scorso anno. E desidero ringraziare tutti i nostri clienti e dipendenti che hanno accolto, condiviso e sostenuto la nostra decisione di aiutare chi vive in una perdurante situazione di difficoltà utilizzando pure i fondi originariamente destinati ai regali per il Natale 2016”.

“Abbiamo partecipato e contribuito a questo bel progetto gestito in ottica manageriale – ha affermato Barbara Tarallo di Conapi – perché noi lavoriamo per la sostenibilità e, quindi, anche con responsabilità sociale e solidarietà”.

 

    

    


Manageritalia Roma (www.manageritalia.it) – (Associazione Lazio, Abruzzo, Molise, Sardegna e Umbria dirigenti, quadri e professional del commercio, trasporti, turismo, servizi, terziario avanzato) associa circa 4.500 manager ai quali fornisce una vasta gamma di servizi, di derivazione contrattuale e non, validi ed evoluti: formazione, consulenze professionali, sistemi assicurativi e di previdenza integrativa, assistenza sanitaria ai manager e alla famiglia, iniziative per la cultura e il tempo libero. L’Associazione, insieme ad altre 12 Associazioni dislocate sull’intero territorio nazionale, fa capo a Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti, quadri e professional del terziario) che rappresenta oggi presso politica, istituzioni e società oltre 35mila manager iscritti.

 

InfoCert, Gruppo Tecnoinvestimenti, è leader del mercato italiano dei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e per la conservazione digitale dei documenti. InfoCert è gestore accreditato AgID dell’identità digitale di cittadini e imprese nell’ambito di SPID (Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale). InfoCert sta espandendo le sue attività internazionalmente e nel 2016 ha venduto i suoi servizi di trasformazione digitale in oltre dieci stati esteri.

InfoCert investe in modo significativo nella qualità e nella ricerca e sviluppo. La Società detiene un significativo numero di brevetti mentre le certificazioni di qualità ISO 9001, 27001 e 20000 testimoniano l’impegno ai massimi livelli nell’erogazione dei servizi e nella gestione della sicurezza. Inoltre il Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni InfoCert è certificato ISO/IEC 27001:2013 per le attività EA:33-35. InfoCert è un Provider di servizi di Digital Trust pienamente conformi ai requisiti introdotti dal Regolamento eIDAS (regolamento UE 910/2014). In particolare, la società ha ricevuto la certificazione di Qualified Trust Service Provider, a conferma che i processi di erogazione del servizio sono conformi con gli standard ETSI EN 319 401. Nel 2017 InfoCert ha portato all’80% la sua quota di azioni in Sixtema, il partner tecnologico del mondo CNA, che fornisce soluzioni tecnologiche e servizi di consulenza a PMI, associazioni di categoria, intermediari finanziari, studi professionali ed enti.

 

Conapi. La frammentazione del settore del recupero in molte piccole o medie aziende potrebbe far trovare i recuperatori impreparati ad affrontare il mercato in modo adeguato. Conapi nasce come un consorzio che, attraverso la realizzazione di una rete di servizi consortili, possa al tempo stesso permetterci di mantenere la nostra organizzazione di piccole o medie aziende ed essere in grado di acquisire, come consorzio, quei numeri e quelle credenziali necessarie a fronteggiare il mercato globale della carta da macero.