Archivi tag: Identità Digitale

AL VIA SPID: INFOCERT IN PRIMA LINEA PER LA DIGITALIZZAZIONE DEL PAESE

Come Identity Provider accreditato, l’azienda è già pronta a rilasciare le Identità Digitali.

Roma, 8 marzo 2016 InfoCert, società del gruppo Tecnoinvestimenti SpA e Certification Authority leader del mercato italiano nei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione, accoglie con soddisfazione l’avvio ufficiale di SPID, annunciato stamane dal Ministro per la Semplificazione e la Pubblica Amministrazione, Marianna Madia: a partire dal 15 marzo, tutti gli Identity Provider rilasceranno le identità digitali a cittadini e imprese che avranno così un accesso facile, sicuro e sempre più di massa a servizi pubblici totalmente digitali.

InfoCert partirà immediatamente con il rilascio delle identità digitali, assegnandole da subito a chi, nei mesi scorsi, aveva già formulato la propria richiesta prima del lancio ufficiale di SPID prenotandosi sul sito www.infocert.it

 “Per InfoCert, è un traguardo significativo non solo in relazione allo specifico percorso progettuale – che ci ha visti impegnati, insieme ad AgID e ad altre realtà pubbliche e private, nel delicato processo di definizione delle regole tecniche di attuazione del Sistema SPID – ma, in un certo senso, anche per la nostra storia aziendale: siamo, infatti, l’unico ID provider esclusivamente focalizzato sulla digitalizzazione sin dalla sua costituzione. E, come azienda, investiamo già da tempo in ricerca e brevetti, collaborando con primarie realtà italiane ed europee, perché crediamo che solo così si possa fare vera innovazione utile a generare benefici per l’intero sistemaspiega Danilo Cattaneo, Amministratore Delegato di InfoCert, intervenuto stamane alla conferenza stampa tra i relatori partecipanti all’annuncio.

In pochi anni, lo scenario della digitalizzazione è radicalmente mutato: ad esempio la PEC Posta Elettronica Certificata, forse la prima soluzione per cui InfoCert e il suo brand si sono affermati perentoriamente sul mercato, da strumento inizialmente “futuristico” e poco usato è presto diventato uno strumento apprezzato e, oggi, di uso quotidiano nel mondo delle imprese e delle professioni. Basti pensare che ogni giorno la sola InfoCert gestisce oltre un milione di messaggi PEC.

Esattamente quanto sta accadendo ora con la firma digitale: inizialmente diffusasi anch’essa come “mero adeguamento” a un obbligo normativo, oggi viene sempre più utilizzata per la sua capacità di semplificare i processi operativi, determinare risparmi di tempo e risorse, garantire sicurezza nell’utilizzo degli strumenti digitali. Oggi in Italia è possibile aprire un conto corrente da casa sette giorni su sette grazie a modalità innovative di utilizzo della firma digitale. E, nell’approccio di InfoCert, oggi la Firma diventa anche la chiave d’accesso all’Identità digitale e ai suoi innumerevoli benefici.

Così conclude Cattaneo: “L’avvio di SPID è una conferma della capacità e della volontà di InfoCert di affiancare le istituzioni nella realizzazione di progetti strategici per la crescita digitale del Paese. Spesso si sottovaluta quanto l’Italia sia davvero all’avanguardia in Europa in tema di digitalizzazione. Come Chairman di DTCE Digital Trust & Compliance Europe – l’associazione europea degli operatori ICT specializzati nei temi del Digital Trust – godo di un osservatorio privilegiato: ebbene, nei contesti internazionali, alcuni processi innovativi che utilizzano le soluzioni di Digital Trust vengono giudicati come modelli d’eccellenza, con ottimi indicatori in termini di sicurezza e usabilità. Ecco, sapere che InfoCert ha contribuito concretamente a questi risultati, ci riempie di orgoglio e ci stimola a proseguire nel cammino intrapreso da tempo”.

InfoCert SpA
InfoCert è leader del mercato italiano dei servizi di digitalizzazione e dematerializzazione nonché una delle principali Certification Authority a livello europeo per i servizi di Posta Elettronica Certificata, Firma Digitale e per la conservazione digitale dei documenti.
Le certificazioni di qualità ISO 9001, 27001 e 20000 testimoniano l’impegno di InfoCert ai massimi livelli nell’erogazione dei servizi e nella gestione della sicurezza. Inoltre il Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni InfoCert è certificato ISO/IEC 27001:2013 per le attività EA:33-35.
InfoCert – società di proprietà al 99,9% di Tecnoinvestimenti SPA – è azionista al 35% di Sixtema, il partner tecnologico del mondo CNA, e al 100% di Eco-Mind App Factory, società specializzata in soluzioni di digital workplace.

Ufficio Stampa InfoCert
BMP Comunicazione
team.infocert@bmpcomunicazione.it
Pietro Barrile – 320.7008732
Michela Mantegazza – 328.1225838
Francesco Petrella – 345.2731667

Media Room InfoCert:
http://mediaroom.infocert.it/
Magazine Online:
http://futurodigitale.infocert.it/

INFOCERT ANNUNCIA LA PARTNERSHIP STRATEGICA CON OPENTRUST, LEADER IN FRANCIA NEI SERVIZI DI DIGITAL TRUST

Le due aziende uniscono soluzioni e competenze per offrire servizi innovativi per le transazioni elettroniche in ambito nazionale e paneuropeo.  
Roma, 13 ottobre 2014InfoCert, Certification Authority italiana leader di mercato con più di cinque milioni e mezzo di certificati di firma digitale, un milione e quattrocentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e circa seicento milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, annuncia la partnership d’alto valore strategico con OpenTrust,  la Certification authority leader in Francia nei servizi di digital trust e nella protezione di identità, transazioni, documenti e informazioni digitali.
L’accordo – basato sulla complementarietà delle competenze, delle soluzioni e dei mercati delle due aziende – consente di incrementare l’ampiezza, la capacità d’innovazione e il valore dei servizi di dematerializzazione trusted offerti da InfoCert e OpenTrust ai clienti esistenti e futuri.
Le aziende operanti in Italia o Francia, soprattutto, beneficeranno del pieno valore legale conferito alle loro transazioni elettroniche non solo nel proprio ambito nazionale ma anche europeo. Con una sola soluzione, conforme al nuovo regolamento europeo eIDAS sull’identità digitale, potranno espandere i loro progetti al di là dei confini domestici verso altri mercati dell’Unione Europea: un vantaggio evidente per quelle società che intendono abbattere il “time to market” grazie all’innovazione del business verso i clienti e alle nuove “proposition” su mercati esteri.
Un elemento fortemente qualificante di questa partnerhip è che i servizi fiduciari (trusted services) sviluppati saranno gestiti, erogati, monitorati e soprattutto residenti in Europa. Questo rappresenta un fattore determinante in un mercato strategico per il valore del business, e sensibile per le informazioni gestite.
Lo scenario di radicale innovazione, determinato dal passaggio dal “digital” al “paperless” (dematerializzazione) conseguente all’evoluzione tecnologica e normativa, costituisce il miglior presupposto per un rapido e progressivo sviluppo di questa collaborazione, in un’ottica sempre più internazionale.
“Quest’accordo non sancisce una semplice collaborazione commerciale ma un’alleanza di fondamentale valore strategico, giunta dopo 12 mesi di lavoro in team tra le nostre due aziende: un periodo in cui abbiamo risolto insieme complessità tecnologiche e normative e avuto ulteriore conferma della nostra comunanza di cultura, visione e obiettivi – spiega Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCert – Così, se già ritenevamo che la partnership fra fornitori di servizi fiduciari (trusted services) fosse l’unica via per rispondere adeguatamente ai bisogni in evoluzione delle aziende europee, ora siamo anche convinti che la collaborazione con i nostri colleghi di OpenTrust sia la chiave per un successo comune”.
“Accelerare il time-to-market – spiega Pascal Colin, CEO di OpenTrust –  è una sfida importante per il nostro settore, in questo momento di rapida crescita. Siamo lieti di instaurare una collaborazione positiva, produttiva e significativa con InfoCert, a vantaggio dei nostri clienti, nuovi ed esistenti in Europa.” 
OpenTrust
OpenTrust (www.opentrust.com) è leader nelle soluzioni basate sull’identità digitale certificata, per proteggere credenziali, dati e transazioni. E’ anche una Certification Authority riconosciuta internazionalmente.
Le due maggiori linee di prodotto di OpenTrust sono disponibili come servizi in cloud o su licenza software:
·         Identità certificate: strong authentication e gestione del ciclo di vita del certificato indipendentemente dal tipo di supporto (PC, smartphone, tablet, badge, token)
·         Documenti e transazioni certificati: firma digitale, riservatezza e gestione della prova
OpenTrust opera in Europa, Medio Oriente e Stati Uniti attraverso una rete di rivenditori locali.
InfoCert S.p.A.

InfoCert S.p.A. è una delle maggiori Certification Authority a livello europeo per la firma digitale, leader in Europa per i processi di conservazione sostitutiva dei documenti e gestore di Posta Elettronica Certificata leader in Italia. InfoCert S.p.A. progetta e sviluppa soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico per la dematerializzazione dei processi documentali di imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert S.p.A. eroga servizi per la gestione di Posta Elettronica Certificata (Legalmail), la certificazione e la sicurezza digitale (LegalCert), la conservazione digitale a norma dei documenti (LegalDoc), l’integrazione dei servizi a norma con le applicazioni del cliente, con infrastruttura in cloud (LegalCloud), il servizio di fatturazione elettronica (Legalinvoice). InfoCert è azionista al 25% di Sixtema, il partner tecnologico per il comparto artigianale e le PMI del mondo CNA.

PUBBLICATO IL REGOLAMENTO UE SULL’IDENTITÀ DIGITALE. INTERVENTO DI DANILO CATTANEO, PRESIDENTE DTCE E DIRETTORE GENERALE INFOCERT

Roma, 2 settembre 2014 – A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del Regolamento eIDAS 910/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio, in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno, interviene con un commento Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCert SpA nonché Presidente del DTCE (Digital Trust And Compliance Europe).
Il DTCE è l’associazione europea che – operando principalmente da Bruxelles – consente ai suoi associati di mettere a fattor comune le esperienze di successo nei vari paesi, rappresenta le posizioni di aziende e professionisti dell’ICT specializzati nei temi del Trust e della Compliance, e interagisce regolarmente con la Commissione Europea e con le altre istituzioni comunitarie per supportare il processo di formazione delle norme e degli standard nel settore.
“La pubblicazione del Regolamento 910/2014 è un primo passo concreto sul percorso di rafforzamento della fiducia nelle transazioni elettroniche nel mercato europeo – facilitando la costruzione di una base comune per interazioni elettroniche più semplici e sicure fra individui, imprese e autorità pubbliche – e verso il più ampio obiettivo di consentire a cittadini e imprese dell’Unione di godere dei vantaggi di un mercato unico digitale e di servizi digitali transfrontalieri.” evidenzia Cattaneo.
Il Regolamento fissa le regole affinché si arrivi rapidamente a un sistema per il riconoscimento reciproco dell’autenticazione e identificazione elettronica tra gli Stati, fondamentale ad esempio per trasformare in realtà i servizi internazionali in ambito sanitario. Inoltre per la prima volta, introduce a livello europeo le regole per i ‘trust services’, quali creazione e verifica di marche temporali,  Posta Elettronica Certificata o creazione e validazione dei certificati di autenticazione dei siti web che, conformi al regolamento e riconoscibili anche con uno specifico marchio, potranno essere offerti liberamente all’interno del mercato unico.

“Il Regolamento è direttamente applicabile negli Stati membri, senza atti di recepimento, come invece accade per le direttive europee. Grazie ad esso sarà possibile dematerializzare a norma di legge con regole identiche in tutta la UE: una grande opportunità per le tante aziende italiane che ritengono l’esportazione un mezzo fondamentale per la loro crescita, ancor di più nell’attuale momento storico di difficoltà per il nostro Paese.
Appare però chiaro che all’azione normativa delle istituzioni, europee o nazionali che siano, e alle aspettative delle imprese deve corrispondere la capacità degli operatori del settore ICT di progettare e sviluppare soluzioni ad alto valore tecnologico e di reale utilità per le parti coinvolte. In pratica, soluzioni di dematerializzazione che ‘materializzino’ benefici tangibili per tutti. E’ quello che ha fatto e sta facendo InfoCert, con attività di ricerca, sviluppo ed erogazione di soluzioni orientate costantemente ai cittadini e alle aziende” continua Cattaneo.
In questo senso, l’impegno di InfoCert si sostanzia anche in attività di R&D all’avanguardia, di cui un esempio è dato da “ProCIDA” (Project for Certified Identity in the Digital Agenda) in cui InfoCert sta da tempo investendo come capofila di una rete di imprese e rappresentanti del mondo accademico. È un progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, approvato nell’ambito del Bando Regionale “Insieme x Vincere” finanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). ProCIDA nasce dall’esigenza di rendere disponibile una nuova generazione di servizi basati su meccanismi innovativi per l’identificazione degli utenti con il fine di promuovere la cooperazione digitale tra PA e cittadini, Organizzazioni ed individui.
L’obiettivo di ProCIDA è, quindi, l’erogazione di una piattaforma unica di identity service management, conforme ai requisiti SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) e al Regolamento eIDAS appena pubblicato nella sua forma definitiva, per la gestione di identità ed attributi, e l’erogazione dei servizi ad essi associati.
Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa InfoCert
BMP Comunicazione per InfoCert
team.infocert@bmpcomunicazione.it
Pietro Barrile (320.7008732) – Michela Mantegazza (328.1225838) – Francesco Petrella (345.2731667)

Media Room InfoCert: http://mediaroom.infocert.it/

DIGITAL VENICE: INFOCERT PROTAGONISTA DEL DIBATTITO SULL’INNOVAZIONE

Allevento, lazienda ha toccato i temi caldi della International Digital Agenda: fatturazione elettronica e identità digitale
Roma, 11 luglio 2014 – Si è conclusa ieri la partecipazione di InfoCert (www.infocert.it) a Digital Venice, l’evento dedicato al futuro digitale che si sta tenendo per la prima volta in questi giorni e fino al 12 luglio nella città lagunare, ospitando testimoni dell’innovazione provenienti da tutto il mondo con l’obiettivo di dare una nuova spinta all’Agenda Digitale europea sulla base di un reale confronto costruttivo.
Certification Authority leader di mercato con più di cinque milioni e mezzo di certificati di firma digitale, un milione e quattrocentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e oltre seicento milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, InfoCert ha portato il suo contributo di esperienza e competenze – tecnologiche e normative – acquisite nel campo dell’innovazione nel settore della dematerializzazione.
In particolare, l’azienda è stata protagonista degli appuntamenti riservati alla discussione sull’International Digital Agenda, organizzati in collaborazione con la Commissione Europea.
Il 7 luglio, giorno d’apertura dei lavori, Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCert e Presidente DTCE (Digital Trust & Compliance Europe), in un panel di relatori di primissimo rilievo, ha partecipato all’incontro “Focus Italia: Come l’Italia intende portare avanti gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea?”, in cui ha illustrato le strategie necessarie ad aumentare l’attuale livello di adozione in Italia sia degli strumenti di “Digital Trust”di base (Firma Digitale, PEC, Conservazione sostitutiva, marcatura temporale), sia dei servizi più innovativi previsti nell’agenda digitale europea, che utilizzano gli strumenti di base per rendere totalmente paperless processi in realtà pubbliche così come in aziende private: fatturazione elettronica, fascicolo sanitario, sottoscrizione remota di contratti.
Nel corso della giornata di ieri, 10 luglio, sono stati invece Pierpaolo Benintende, Direttore Marketing e Sviluppo Mercato e Fabrizio Leoni, Solution Marketing Manager di InfoCert a entrare nel merito di due tra i temi più caldi del momento, rispettivamente: l’identità digitale, fattore abilitante dell’intera amministrazione digitale, e la fatturazione elettronica verso la PA, obbligatoria dallo scorso 6 giugno, che consentirà alle imprese di accelerare il percorso verso una reale innovazione paperless.
InfoCert S.p.A.
InfoCert S.p.A. è una delle maggiori Certification Authority a livello europeo per la firma digitale, leader in Europa per i processi di conservazione sostitutiva dei documenti e gestore di Posta Elettronica Certificata leader in Italia. InfoCert S.p.A. progetta e sviluppa soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico per la dematerializzazione dei processi documentali di imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert S.p.A. eroga servizi per la gestione di Posta Elettronica Certificata (Legalmail), la certificazione e la sicurezza digitale (LegalCert), la conservazione digitale a norma dei documenti (LegalDoc), l’integrazione dei servizi a norma con le applicazioni del cliente, con infrastruttura in cloud (LegalCloud). InfoCert è azionista al 25% di Sixtema, il partner tecnologico per il comparto artigianale e le PMI del mondo CNA.
Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa InfoCert
BMP Comunicazione per InfoCert
team.infocert@bmpcomunicazione.it
Pietro Barrile (320.7008732) – Michela Mantegazza (328.1225838) – Francesco Petrella (345.2731667)
Media Room InfoCert: http://mediaroom.infocert.it/