LA FONDAZIONE BANCA DEGLI OCCHI DEL VENETO ONLUS SCEGLIE LE SOLUZIONI DI FIRMA DIGITALE E DI CONSERVAZIONE SOSTITUTIVA DI INFOCERT PER LA PIATTAFORMA INFORMATIVA “iTRANSPLANT”


L’integrazione delle soluzioni InfoCert consentirà di accelerare e ottimizzare il workflow della piattaforma dedicata alla raccolta in tempo reale, via tablet, di tutte le informazioni sui trapianti delle cornee, dall’assenso dei familiari fino alla conclusione del trapianto
Roma, 27 maggio 2013InfoCert (www.infocert.it), il primo Ente Certificatore in Italia con quattro milioni e mezzo di certificati di firma digitale, novecentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e oltre quattrocentocentocinquanta milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, è il partner selezionato dalla Fondazione Banca degli Occhi del Veneto ONLUS (www.fbov.org) per l’integrazione di soluzioni di Firma Digitale e Conservazione sostituiva a norma all’interno del progetto  iTRANSPLANT, la piattaforma informativa della Fondazione per la raccolta e gestione delle informazioni sulle donazioni e sui trapianti di cornee.
La piattaforma iTRANSPLANT, lanciata lo scorso anno, è stata voluta da Fondazione Banca degli Occhi per migliorare la donazione e il trapianto. iTRANSPLANT mira a perfezionare la tracciabilità dei tessuti per trapianto, economizzando i tempi e le risorse e arginando il rischio di errore umano.
La sua introduzione ha messo fine all’enorme quantità di dati scritti, riscritti e trascritti e determinato la drastica diminuzione dell’uso della carta: medici e operatori di laboratorio della banca degli occhi necessitano solo di un tablet in cui raccogliere e recuperare in tempo reale le informazioni sul donatore, l’assenso dei familiari, la valutazione biologica della cornea, fino all’invio del tessuto in uno dei 150 ospedali legati a Fondazione Banca degli Occhi, nei quali si effettuano i trapianti. Il tutto unito alla possibilità di monitorare anche il decorso dell’intervento e le condizioni del paziente sottoposto al trapianto.
Questo processo, da oggi, viene accelerato attraverso l’utilizzo, in ogni sua fase, della soluzione di Firma Digitale di InfoCert: tutti i medici incaricati di effettuare i prelievi saranno dotati di firma remota via tablet, così che i documenti potranno essere immediatamente sottoscritti e certificati a norma di legge e resi subito disponibili alla Fondazione per avviare in tempi brevi l’iter delle verifiche, dalle interviste ai parenti al controllo con l’ospedale, fino a quelle sugli organi prelevati. Se i tessuti sono idonei, vengono inseriti nella banca dati e resi disponibili per le varie richieste di trapianto.
“Cercavamo una soluzione di firma digitale autorevole e affidabile – spiega Diego Ponzin, Direttore di Fondazione Banca degli Occhi – ma allo stesso tempo facile da integrare nella nostra piattaforma e di semplice usabilità. Con InfoCert abbiamo trovato risposta a tutte queste richieste e la nostra operatività ne ha beneficiato in termini di semplificazione, risparmio e qualità del servizio ai pazienti, soprattutto in termini di velocità: fondamentale nella gestione di interventi dove spesso il tempo è un fattore determinante. Lo stesso dicasi per la componente di conservazione sostitutiva dei documenti digitali a norma, che consente di effettuare ricerche più rapide e minimizzare i margini di errore”.
Una volta identificato un destinatario ed effettuato il trapianto, infatti, tramite la soluzione LegalDoc di InfoCert tutta la documentazione diventa oggetto di conservazione sostitutiva in formato digitale, con pieno valore legale come da obbligo di normativa e con garanzia di integrità, leggibilità ed autenticità.
“Siamo felici che le nostre soluzioni possano aiutare nella propria azione un’organizzazione con finalità umanitarie quale la Fondazione della Banca degli Occhi – commenta Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCert. L’approccio voluto dalla Fondazione nella progettazione della piattaforma iTRANSPLANT è di per sé innovativo rispetto a obiettivi paperless e di ottimizzazione del flusso operativo. Con l’integrazione delle nostre soluzioni, già da tempo affermate e riconosciute per la loro validità nella gestione di processi e procedure in ambito sanitario, questo approccio guadagna un’accelerazione sostanziale con indubbi vantaggi logistici e operativi”.
InfoCert offre da sempre soluzioni che possono garantire una gestione efficace, sicura e flessibile del patrimonio informativo delle strutture sanitarie, sia nel settore pubblico che privato.
L’approccio paperless proposto da InfoCert può essere applicato con notevoli benefici in tutte le macro aree funzionali di una azienda sanitaria: accoglienza e dimissione, diagnosi, radiologia, cura, ciclo amministrativo e finanziario o ciclo logistico. Tutte le soluzioni proposte da InfoCert per la sanità digitale operano all’interno di un quadro normativo che garantisce l’equiparazione del documento digitale al documento cartaceo, riconoscendone la stessa efficacia dal punto di vista legale e di opponibilità a terzi.

POLITICALPEOPLE: E-DEMOCRACY “AUTENTICA” GARANTITA DA INFOCERT


Il social network che mette in contatto politici e cittadini si affida alle soluzioni di Firma Digitale “LegalCert” di InfoCert per garantire l’autenticità dei profili utenti e la sottoscrizione di petizioni, abilitando un vero concetto di “democrazia liquida”
Roma, 9 maggio 2013InfoCert (www.infocert.it), il primo Ente Certificatore in Italia con quattro milioni e mezzo di certificati di firma digitale, novecentomila caselle di Posta Elettronica Certificata e oltre quattrocentocentocinquanta milioni di documenti conservati in modalità sostitutiva, è il partner scelto dal social network PoliticalPeople (www.politicalpeople.com) per offrire agli utenti iscritti funzionalità di Firma Digitale.
PoliticalPeople è una piattaforma di social networking pensata per creare un luogo virtuale di incontro tra cittadini e politici – a livello nazionale, regionale, provinciale e comunale – che fornisce numerosi ed efficaci strumenti per dare rilevanza pubblica ai progetti e alle idee di tutti. PoliticalPeople è quindi un social network innovativo, un nuovo format per la partecipazione ordinata e responsabile alla vita pubblica.
Per accedervi, l’utente dovrà registrarsi come “Cittadino” o come “Politico”, a seconda della propria natura. Sulla piattaforma sono già precaricati i profili di tutti i politici e gli amministratori italiani, per un totale di circa 162.000 potenziali utenti “Politici”, oltre a tutti gli 8.093 Comuni d’Italia.
L’attivazione del profilo come “Politico” è subordinata alla sottoscrizione di uno specifico modulo tramite Firma Digitale, al fine di accertarne e garantirne la reale identità, eliminando di fatto la presenza di profili fittizi (c.d. fake). Tale forma di tutela sarà inoltre permessa, in forma facoltativa, anche ai “Cittadini”.
“Volevamo offrire agli utenti una soluzione di firma digitale autorevole e affidabile, che avvalorasse la serietà del nostro progetto – afferma Luigi Povia, Amministratore Delegato e Presidente di PoliticalPeople – e InfoCert, con la sua offerta LegalCert, ci assicura ampie garanzie in questo senso. La partnership con InfoCert ha il fine di rendere economicamente accessibile la Firma Digitale e di ampliarne così la diffusione fra gli utenti, conferendo a PoliticalPeople caratteristiche di autenticità che non si riscontrano, ad oggi, in nessun’altra piattaforma in rete”.
Grazie alla Firma Digitale, infatti, PoliticalPeople consente agli utenti cittadini di potenziare gli strumenti propri della partecipazione diretta democratica e, attraverso questi, verificare l’atteggiamento della classe politica e amministrativa rispetto ai temi oggetto di discussione. Per contro, gli stessi cittadini sono vincolati alle proprie prese di posizione pubbliche e diventano responsabili del loro agire politico.
“Oggi si parla tantissimo di concetti quali e-democracy o democrazia liquida – commenta Danilo Cattaneo, Direttore Generale di InfoCert – e al centro del dibattito c’è sempre il tema dell’autenticità delle opinioni o dei voti raccolti attraverso iniziative di consultazione online e della loro corretta quantificazione: PoliticalPeople ha il merito di aver compreso che una soluzione di Firma Digitale qualificata come la nostra diventa uno strumento abilitante per l’esercizio a norma di legge di una moderna forma di azione collettiva democratica”.
A breve, oltre che nella fase di attivazione del profilo, l’uso della Firma Digitale nell’ambito del social network avrà ulteriori e rilevanti applicazioni, in particolare per quanto riguarda la possibilità di sottoscrivere petizioni precettistiche e abrogative aventi valore legale.
InfoCert S.p.A.
InfoCert S.p.A. è il Primo Ente Certificatore per la firma digitale in Italia, leader di mercato per i processi di conservazione sostitutiva dei documenti a norma di legge e per i servizi di Posta Elettronica Certificata. InfoCert S.p.A. progetta e sviluppa soluzioni informatiche ad alto valore tecnologico per la dematerializzazione dei processi documentali di imprese, associazioni, ordini professionali, Pubblica Amministrazione e professionisti. InfoCert S.p.A., con un capitale sociale di 17.704.890,00 euro, eroga servizi per la gestione di Posta Elettronica Certificata (Legalmail), la certificazione e la sicurezza digitale (LegalCert), la conservazione digitale a norma dei documenti (LegalDoc), la gestione documentale (LegalCycle), la formazione e conservazione a norma del Libro Unico del Lavoro in formato elettronico (LegalHR), la gestione informatica dei registri di protocollo, dei flussi documentali, dei processi e degli atti deliberativi delle Pubbliche Amministrazioni (LegalWork) e, infine, la gestione efficiente e sicura della modulistica elettronica (LegalForm). InfoCert è infine azionista al 100% di KLever, società di consulenza tecnologica focalizzata su soluzioni di Enterprise Content Management (ECM), e al 25% di Sixtema, il partner tecnologico per il comparto artigianale e le PMI del mondo CNA.
Per maggiori informazioni:
Ufficio Stampa InfoCert
BMP Comunicazione per InfoCert
team.infocert@bmpcomunicazione.it
Pietro Barrile (320.7008732) – Michela Mantegazza (328.1225838) – Francesco Petrella (345.2731667)
Media Room InfoCert: http://mediaroom.infocert.it/